Progetto Euploos

Gabinetto dei Disegni e delle Stampe delle Gallerie degli Uffizi

Scheda Inventario "394 O"

Apri Immagini Opera
Scheda aggiornata al 15-05-2019
  • inv. 394 O
  • Vasari Giorgio (1511/ 1574)
  • Progetto per il frontespizio dell' "Architettura" di Leon Battista Alberti
  • Tecnica e materia: penna e inchiostro, tracce di pietra nera su carta
  • Misure: 266 x 198 mm
  • Stemmi, emblemi, marchi: timbro a inchiostro di collezione: Reale Galleria degli Uffizi (Lugt 929) sul recto in basso a destra

Iscrizioni

  • autore ignoto di epoca antica: "g: 14 / 12", a penna sul recto in basso a destra
  • autore ignoto: "394 ORN", a matita sul verso in basso a destra
  • autore ignoto: "394 Orn. / Vasari", a matita sul verso in alto
  • autore ignoto: "25", a matita sul recto in basso a destra
  • autore ignoto: "502", a matita sul recto in basso a sinistra
  • autore ignoto: "468", a matita sul recto in alto a destra
  • autore ignoto: "394", a matita sul recto in alto a destra
  • A. Petrioli Tofani: "Per "L'Architettura di Leon Battista Alberti" / Firenze, Torrentino, 1550, nella traduzione / di Cosimo Bartoli - / M. Vasari, 1964, n. 14", a matita sul montaggio

Notizie storiche e critiche

Si tratta del progetto per il frontespizio dell'edizione del 1550 del 'De re aedificatoria' di Leon Battista Alberti tradotta in italiano da Cosimo Bartoli e data alle stampe a Firenze da Lorenzo Torrentino . Charles Davis (1980) individuò la fonte iconografica del disegno, e quindi del frontespizio, nella descrizione offerta dallo stesso Bartoli nei suoi 'Ragionamenti accademici' di un dipinto, probabilmente immaginario, che l'umanista diceva conservato in un palazzo in via Ricasoli a Firenze . La figura femminile che occupa il vertice della composizione rappresenterebbe pertanto l'Immortalità, affiancata, a sinistra, dalla Sorte, e, a destra, dalla Virtù. Appoggiate ai pilastri si riconoscono invece Flora, a sinistra, e Minerva a destra, mentre più in basso la personificazione dell'Arno e, sullo sfondo, Roma antica. Nel disegno si individuano inoltre diversi elementi, non menzionati da Bartoli, riferibili alla casata dei Medici, come i due scudi con lo stemma mediceo retti da due capricorni – il segno zodiacale adottato da Cosimo I – e due imprese poste sulle basi dei pilastri. Si tratta dell'emblema personale di Cosimo I con la tartaruga e la vela ('festina lente') e del falco con l'anello di diamanti. Non è improbabile che il foglio in esame sia stato sottoposto da Vasari direttamente a Bartoli, il quale richiese alcune leggere modifiche che si riscontrano nel frontespizio a stampa, come l'aggiunta di un globo nelle mani dell'allegoria dell'Immortalità e, sotto i suoi piedi, la sostituzione della clessidra con la figura di un vecchio a rappresentare il Tempo (cfr. Härb 2015). Si segnala inoltre la presenza di un disegno agli Staatliche Museen di Berlino attribuito a Vasari e direttamente derivante dal foglio agli Uffizi (Kupferstichkabinett, inv. KdZ 22135) che funse da modello per i frontespizi di altre opere di Cosimo Bartoli .

Mostre

  • Firenze 1950
    Brunetti G./ Baldini U., Catalogo della Mostra Vasariana, catalogo mostra Firenze, Palazzo Vecchio 1950, Firenze 1950, p. 43 n. 56 (scheda a cura di Brunetti G./ Baldini U.)
  • Firenze 1963
    Barocchi P./ Bianchini A./ Forlani A., Mostra di disegni dei fondatori dell'Accademia delle Arti del Disegno , catalogo mostra Firenze, Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi 1963, Firenze 1963, p. 36 n. 32
  • Firenze 1964
    Barocchi P., Mostra di disegni del Vasari e della sua cerchia, catalogo mostra Firenze, Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi 1964, Firenze 1964, pp. 4, 22 n. 14 (scheda a cura di Barocchi P.)
  • Arezzo 1981
    Corti L./ Davis M. D./ Davis Ch./ Kliemann J., La Toscana nel '500. Giorgio Vasari. Principi, letterati e artisti nelle carte di Giorgio Vasari. Lo storiografo dell'arte nella Toscana dei Medici. Pittura vasariana dal 1532 al 1554, catalogo mostra Arezzo, Casa Vasari - Sottochiesa di San Francesco 1981, Firenze 1981, pp. 148-150 n. 47a, fig. 193 (scheda a cura di Kliemann J.)
  • Paris 1985
    Cardilli L./ Cavazzi L./ Sartorio G., Tibre-Seine. Deux Villes Deux Fleuves, catalogo mostra Paris, Hôtel de ville 1985, Roma 1985,
  • Kyoto/ Tokyo/ Nagoya 1991
    Bonsanti A./ Paolucci A./ Petrioli Tofani A., Firenze Arte del Rinascimento e restauro, catalogo mostra Kyoto/ Tokyo/ Nagoya, Kyoto, Museo Nazionale d'Arte Moderna/ Setagaya, Museo d'Arte/ Nagoya, Museo Civico 1991, s. l. 1991, p. 202 n. 72, fig. 72
  • Mantova 1994
    Rykwert J./ Engel A., Leon Battista Alberti, catalogo mostra Mantova, Galleria Civica di Palazzo Te 1994, Milano 1994, pp. 513-515 n. 118
  • New York 2008
    Petrioli Tofani A., Michelangelo, Vasari, and their contemporaries drawings from the Uffizi, catalogo mostra New York, Pierpont Morgan Library 2008, New York 2008, pp. 67-68 n. 30 (scheda a cura di Petrioli Tofani A.)

Bibliografia

  • Pelli Bencivenni G. [1775 - 1793] (GDSU, ms. 102)
    Pelli Bencivenni G., Catalogo dei disegni, [1775 - 1793] (GDSU, ms. 102), v. IV ("Vasari Giorgio Aretino") Volume de Grandi XIII n. 26
  • Ferri P. N. 1890
    Ferri P. N., Catalogo riassuntivo della Raccolta di disegni antichi e moderni posseduta dalla R. Galleria degli Uffizi compilato ora per la prima volta dal conservatore Pasquale Nerino Ferri, Roma, 1890, p. 156
  • Prinz W. 1963
    Prinz W., Il Vasari, in La seconda edizione del Vasari e la comparsa di "vite" artistiche con ritratti, n. 1, 1963, pp. 151-152, 186-187, tav. 17
  • Pillsbury E. P. 1969
    Pillsbury E. P., An Unknown Project for the Palazzo Vecchio Courtyard, in Mitteilungen des Kunsthistorischen Institutes in Florenz, XIV, 1969, p. 64
  • Ragghianti Collobi L. 1971
    Ragghianti Collobi L., Il "Libro de' disegni" ed i ritratti per le "Vite" del Vasari, in Critica d'arte, XVIII, 117, 1971, p. 36
  • Monbeig Goguel C. 1979
    Monbeig Goguel C., Maestri toscani del Cinquecento. Michelangelo, Sansovino, Bandinelli, Jacone, Montorsoli, Salviati, Vasari, Dosio, Pierino da Vinci, Giambologna etc., Firenze, 1979, n. 32a
  • Davis C. 1980
    Davis C., Mitteilungen des Kunsthistorischen Institutes in Florenz, , bibliografia specifica 1980, pp. 148-154, 186-188, fig. 17
  • Härb F. 1994
    Härb F., Giorgio Vasari (1511-1574). Die Zeichnungen, Wien, 1994, , n. 145
  • Fairbairn L. 1998
    Fairbairn L., Italian Renaissance drawings from the collection of Sir John Soane's Museum, London, 1998, v. II p. 517
  • Berlin 2011
    Damm H./ Korbacher D., Das Jahrhundert Vasaris. Florentiner Zeichner des Cinquecento, catalogo mostra Berlin, Staatliche Museen, Kupferstichkabinett 2011, München 2011, p. 10, fig. 5
  • Petrioli Tofani A. 2014
    Petrioli Tofani A., L'inventario settecentesco dei disegni degli Uffizi di Giuseppe Pelli Bencivenni. Trascrizione e commento, Firenze, 2014, v. II p. 812 n. 26
  • Härb F. 2015
    Härb F., The Drawings of Giorgio Vasari (1511-1574), Roma, 2015, p. 302 n. 148
  • Cropper E. 2017
    Cropper E., Firenze alla fine del Cinquecento: uno "stato" di bellezza, in Falciani C./ Natali A., Il Cinquecento a Firenze. "Maniera moderna" e Controriforma, catalogo mostra Firenze, Palazzo Strozzi 2017-2018, Firenze 2017, p. 298, fig. 88
  • Scorza R. 2017
    Scorza R., Recensione: Florian Härb, The Drawings of Giorgio Vasari (1511-1574), in Master Drawings, LV, 3, 2017, pp. 379-380 n. 148
Torna in alto