Progetto Euploos

Gabinetto dei Disegni e delle Stampe delle Gallerie degli Uffizi

Scheda Catalogo "731 E"

Apri Immagini Opera
Scheda aggiornata al 09-01-2021
Opera 731 E
  • inv. 731 E
  • Sacchis Giovanni Antonio de' detto il Pordenone (1483-1484/ 1539)
  • San Gioacchino cacciato dal tempio, con sullo sfondo oltre la finestra veduta di un paesaggio con San Gioacchino addormentato che riceve dall'angelo l'annuncio della gravidanza di Sant'Anna
  • Tecnica e materia: penna e inchiostro, pennello e inchiostro diluito, biacca (carbonato basico di piombo), pietra nera su carta cerulea virata
  • Misure: 234 x 308 mm
  • Stemmi, emblemi, marchi: timbro a inchiostro di collezione: Reale Galleria degli Uffizi (Lugt 930) sul recto in basso a sinistra

Iscrizioni

  • autore ignoto ottocentesco: "Il Pordenone", a matita nera sul verso del controfondo

Notizie storiche e critiche

Con una missiva datata 3 gennaio 1654 frate Bonaventura Bisi informava il cardinale Leopoldo de’ Medici della presenza, sul mercato bolognese, di quattro disegni ascritti al Pordenone e ne consigliava l’acquisto in quanto esemplari di rara bellezza e dall’autografia certa . Come testimoniato da alcune lettere successive, ’La Cacciata di Gioacchino dal tempio’ (Gallerie degli Uffizi, GDS inv. 731 E) – qui in esame –, ‘Il martirio di San Pietro Martire’ (Gallerie degli Uffizi, GDS inv. 725 E, link), il ‘Ballo dei putti’ (Gallerie degli Uffizi, GDS inv. 729 E, link) e ‘La Nascita della Vergine’ (Gallerie degli Uffizi, GDS inv. 730 E, link) giunsero a Firenze entro il 28 aprile di quell’anno . Le opere sono, dunque, da annoverare tra i cinquanta pezzi dell’artista friulano annotati nella ‘Listra’ (1673, 1675, BNCF, Postillato 97) compilata l’8 settembre 1673 da Filippo Baldinucci, cui era stato affidato il compito di ordinare in libri la raccolta grafica del cardinale . Circa un decennio dopo dalla morte di quest’ultimo, avvenuta nel 1675, Baldinucci stilò un ulteriore documento, la ‘Nota de’ Disegni’ (1687), nel quale si restituisce la struttura generale e la consistenza numerica dell’intera collezione. Dal manoscritto si evince che alla fine degli anni Ottanta del Seicento, diciassette fogli del Pordenone erano conservati nel volume denominato Universale III. La medesima quantità venne registrata a quasi un secolo di distanza da Giuseppe Pelli Bencivenni che nel ‘Catalogo dei Disegni’ ([1775 – 1793], GDSU ms. 102) descrisse per la prima volta anche il contenuto del tomo; grazie a tali informazioni è stato possibile riconoscere tutti i disegni pordenoneschi, tra cui i quattro acquistati nel 1654; nello specifico l’inv. 731 E appare menzionato al numero dodici: “un sacerdote che scaccia una figura dal tempio con altre” realizzato a “acquerello, lumeggiato, su fondo verdastro”. Sebbene non siano note opere pittoriche con tale soggetto, a partire dall’inizio del Novecento la critica si è dimostrata concorde nell’individuare un legame con gli affreschi realizzati dall’artista tra il 1530 e il 1536 nella chiesa di Santa Maria in Campagna a Piacenza e in particolare con quelli che ornano le pareti della cappella detta della Vergine o dei Magi . Lo studio in esame è, infatti, simile per misure, tecnica e stile al disegno preparatorio per la ‘Nascita della Vergine’, precedentemente menzionato in quanto condivide con il nostro la stessa vicenda collezionistica. In entrambi i casi, inoltre, il Pordenone sviluppa la composizione in senso orizzontale, unendo in un’unica immagine due differenti episodi del racconto sacro tramandato dal protovangelo di Giacomo: alla cacciata di Gioacchino dal tempio, posta in primo piano e accuratamente descritta, segue, sullo sfondo l’apparizione dell’angelo che annuncia la futura gravidanza della moglie Anna; allo stesso modo, alla natività della Vergine è accostato l’incontro tra Gioacchino e la consorte, particolare poi eliminato nella soluzione pittorica. Se William Rearick (in Firenze 1976) ha ricondotto il disegno alla progettazione da parte del Pordenone di un’ulteriore cappella, mai iniziata a causa della sua partenza dalla città emiliana nel 1536, Charles Cohen (1980: 1996) ha invece ritenuto più plausibile pensare che in origine il ciclo con le storie della Vergine dovesse comprendere anche episodi relativi alla vita di sant’Anna. Non essendoci alcun tipo di prova documentaria che confermi l’ipotesi di Rearick, la proposta di Cohen – ripresa anche da Caterina Furlan (1988) – appare a oggi quella più convincente. Appurati i molteplici aspetti che accomunano la ‘Nascita della Vergine’ e ‘La cacciata di Gioacchino dal tempio’, è opportuno sottolineare che quest’ultimo si differenzia per un’esecuzione più spontanea e veloce e per una resa più netta dei contrasti chiaroscurali; la linea di contorno flessuosa e il modo rapido di stendere la biacca lo accomuna, inoltre, a prove grafiche come la “Conversione di Saulo” (New York, The Morgan Library & Museum, link) e il ‘San Cristoforo’ (New York, Metropolitan Museum, inv. 60135, link); queste caratteristiche inducono a datare il foglio agli anni 1534-1535. Si ricorda, infine, che la composizione – sebbene non sia stata tradotta in pittura – godette di un’immediata fortuna, testimoniata da una copia cinquecentesca oggi conservata al Louvre (inv. 9935 link. (Aliventi R., 2020)

Mostre

  • Firenze 1914
    Ferri P. N./ Gamba C./ Loeser C., Mostra di disegni e di stampe di scuola veneziana dei secoli XV e XVI, catalogo mostra Firenze, Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi 1914, Bergamo 1914, pp. 27-28 n. 87 (scheda s. n.)
  • Udine 1939
    Molajoli B., Mostra del Pordenone e della Pittura Friulana del Rinascimento, catalogo mostra Udine, bibliografia specifica 1939, Udine 1939, Disegni n. IX (scheda a cura di Molajoli B.)
  • Firenze 1976
    Rearick W. R., Tiziano e il disegno veneziano del suo tempo, catalogo mostra Firenze, Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi 1976, Firenze 1976, p. 140 n. 98, fig. 80 (scheda a cura di Rearick W. R.)
  • Tokyo 1982
    Petrioli Tofani A., Disegni italiani della Galleria degli Uffizi, catalogo mostra Tokyo, Museo Bridgestone 1982, Tokyo 1982, n. D 45
  • London 1983-1984
    Martineau J./ Hope C., The Genius of Venice 1500-1600, catalogo mostra London, Royal Academy 1983-1984, London 1983,
  • Pordenone 2019-2020
    Furlan C./ Sgarbi V., Il Rinascimento di Pordenone con Giorgione, Tiziano, Lotto, Correggio, Bassano, Tintoretto , catalogo mostra Pordenone , Galleria d’arte moderna 2019-2020, Milano 2019, pp. 271-272 n. DIS.-20 (scheda a cura di Lorenzoni M.)

Bibliografia

  • (ASFi, CdA, III, c. 233rv), 1654/ 1/ 3
    Bonaventura Bisi, Lettera a Leopoldo de' Medici, 1654/ 1/ 3 [Bologna], (ASFi, CdA, III, c. 233rv), c. 233r
  • (ASFi, MdP, 5326, c. 1002rv), 1654/ 1/ 11
    Bonaventura Bisi, Lettera a Giovanni Carlo de' Medici, 1654/ 1/ 11 [Bologna], (ASFi, MdP, 5326, c. 1002rv), c. 1002v
  • (ASFi, MdP, 5326, c. 1003), 1654/ 1/ 13
    Bonaventura Bisi, Lettera a Giovanni Carlo de' Medici, 1654/ 1/ 13 [Bologna], (ASFi, MdP, 5326, c. 1003), c. 1003
  • (ASFi, CdA, III, c. 237r), 1654/ 4/ 28
    Bonaventura Bisi, Lettera a Leopoldo de' Medici, 1654/ 4/ 28 [Bologna], (ASFi, CdA, III, c. 237r), c. 237r
  • I nomi de Maestri 1663 (BNCF, Palatino 1031, cc. 29/24 r.-33/ 28 v.)
    I nomi de Maestri, I nomi de Maestri de quali il Ser.mo Principe Leopoldo ha disegni, 1663 (BNCF, Palatino 1031, cc. 29/24 r.-33/ 28 v.), c. 32/ 27v "Pordenone"
  • Baldinucci F. 1673 (GDSU, ms. III C 37, 738)
    Baldinucci F., Registro de’ Disegni Per Tenere S. A. Rev.ma, 1673 (GDSU, ms. III C 37, 738), "Pordenone (17+4+29)"
  • Baldinucci F. 1673, 1675 (BNCF, Postillato 97)
    Baldinucci F., Listra de' Nomi de' Pittori, di mano de' quali si hanno Disegni, e il primo numero denota quello de' Disegni, e l'altro denota quello, nel quale, òfiorirono, ò morirono i medesimi Pittori, e tutto fino al presente giorno8 Settembre 1673. Andandosi sempre agumentando la raccolta de' medesimi, e essendo fatta questa per semplice memoria, ne esser messi per anco i tempi a tutti; non si è osservato ordine alcuno nel metterli in nota, se non quello dell'Alfabeto, Firenze, 1673, 1675 (BNCF, Postillato 97), "Pordenone (50+14)"
  • Baldinucci F. 1687 (ASFi, Guard. Med. 779, ins. 9, cc. 995-1027)
    Baldinucci F., Nota de' Libri de' disegni tanto grandi, che mezzani, con la distinzione di quanti ne sono attaccati per libro, avvertendo, che oltre a quelli che rimasero dopo la morte del Ser.mo Principe Card.le Leopoldo di Gloriosa Memoria, vi si comprendono quelli hauti di camera del Ser.mo Padrone per mano del Sig.r Falconieri in num.o di 193, e detta nota comincia secondo il num.o che son notati, e come stanno nell'armadio, 1687 (ASFi, Guard. Med. 779, ins. 9, cc. 995-1027), c. 1019 r "Pordenone al terzo libro Universale a c. 72 disegni 17"
  • Pelli Bencivenni G. [1775 - 1793] (GDSU, ms. 102)
    Pelli Bencivenni G., Catalogo dei disegni, [1775 - 1793] (GDSU, ms. 102), v. III ("Pordenone Gio: Licinio") v. Universale III n. 12
  • Ramirez di Montalvo A. 1849 (GDSU, Coll. n. 43)
    Ramirez di Montalvo A., Catalogo dei disegni scelti della R. Galleria di Firenze, 1849 (GDSU, Coll. n. 43), cassetta V n. 48
  • Ferri P. N. 1881
    Ferri P. N., Catalogo dei disegni esposti al pubblico nel corridoio del Ponte Vecchio nella R. Galleria degli Uffizi con l'indice dei nomi degli Artefici, Firenze, 1881, p. 42
  • Ferri P. N. 1890
    Ferri P. N., Catalogo riassuntivo della Raccolta di disegni antichi e moderni posseduta dalla R. Galleria degli Uffizi compilato ora per la prima volta dal conservatore Pasquale Nerino Ferri, Roma, 1890, p. 247
  • Ferri P. N. 1895-1901 (GDSU, coll. n. 72)
    Ferri P. N., Catalogo dei disegni cartoni e bozzetti esposti al pubblico nella R. Galleria degli Uffizi ed in altri Musei di Firenze compilato da Pasquale Nerino Ferri ispettore preposto al Gabinetto dei disegni e delle stampe nella detta Galleria, 1895-1901 (GDSU, coll. n. 72), c. 86 v. cornice 324 n. 731
  • Fiocco G. 1939
    Fiocco G., Giovanni Antonio Pordenone, Udine, 1939, p. 102
  • Cohen C. E. 1973
    Cohen C. E., Drawings by Pomponio Amalteo, in Master Drawings, XI, 3, 1973, p. 248, fig. 5
  • Firenze 1976
    Forlani Tempesti A./ Petrioli Tofani A., Omaggio a Leopoldo de' Medici, catalogo mostra Firenze, Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi 1976, Firenze 1976, p. 70 sotto il n. 44 (scheda a cura di Petrioli Tofani A.)
  • Furlan C. 1976
    Furlan C., Osservazioni su alcuni modelli del Pordenone, in Il noncello, XLIII, 1976, pp. 108-109, fig. 4
  • Cohen C. E. 1980
    Cohen C. E., The drawings of Giovanni Antonio da Pordenone, Firenze, 1980, p. 77-78 n. 731 E
  • Petrioli Tofani A. 1986
    Petrioli Tofani A., Inventario. Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi. Disegni esposti 1, Firenze, 1986, pp. 319-320, ripr. a p. 320
  • Furlan C. 1988
    Furlan C., Il Pordenone, Milano, 1988, pp. 297-298
  • Cohen C. E. 1996
    Cohen C. E., Pordenone's Working Methods in Light of a Group of Copies after Lost Designs, in Master Drawings, XXXIV, 2, 1996, p. 188, fig. 27
  • Barocchi P./ Gaeta Bertelà G. 2005
    Barocchi P./ Gaeta Bertelà G., Collezionismo mediceo e storia artistica. II. Il Cardinale Carlo, Maria Maddalena, Don Lorenzo, Ferdinando II, Vittoria della Rovere, 1621-1666, Firenze, 2005, tomo I p. 158 nota 563
  • Barocchi P./ Gaeta Bertelà G. 2007
    Barocchi P./ Gaeta Bertelà G., Collezionismo mediceo e storia artistica. III. Il Cardinale Giovan Carlo, Mattias e Leopoldo, 1628-1667, Firenze, 2007, tomo I pp. 71-72 nota 236, pp. 193-194 nota 644
  • Oxford 2015-2016
    Whistler C./ Faietti M./ Marini G./ Thalmann J./ Aceto A., Drawing in Venice. Titian to Canaletto, catalogo mostra Oxford, Ashmolean Museum 2015-2016, Oxford 2015, p. 86 sotto il n. 17 (scheda a cura di Whistler C.)
Torna in alto